Rriggiu (Martino – Zumbo – Familiari – Romeo – Martino) è un brano presente nell’album Viaggio e nella raccolta Il meglio dei Mattanza.

Rriggiu è un doloroso e passionale omaggio alla città da cui proviene il gruppo, Reggio Calabria. Il testo è  stato scritto da Mimmo Martino che, in relazione al verso Rriggiu tinta d’amarantu non si pigghia mai di schiantu, così si esprime:
«L’amaranto è certamente il colore che ha dato maggiori soddisfazioni (non solo sportive, ma anche economiche e sociali) ad una città da sempre tiranneggiata ed oppressa. Questo brano vuol essere una esortazione al risveglio.»

Cu’ nasci â nura e cu’ c’a cammicedda,
Riggiu non t’ha a spirdiri ch’eri bedda.
Si pecura ti fai, lupu ti mangia,
o prestu o tardu chistu ventu cangia.

Si pecura ti fai, lupu ti mangia,
o prestu o tardu chistu ventu cangia.
Ma l’ha cangiari ora ’u to’ distinu:
l’acqua passata ’n macina ’u mulinu.

Riggiu è ’na città fatata cu’ tri pulici ’nta panza:
unu balla e l’autru sata, ’u terzu fa testimonianza.
Riggiu nira, Riggiu janca, lu mangiari chi ti manca,
Riggiu janca, Riggiu nira, non si lava e non si stira,
Riggiu nira, Riggiu russa, e ristamu cu’ tri trussa,
Riggiu tinta d’amarantu non si pigghia mai di schiantu.

Riggiu nira, Riggiu janca, lu mangiari chi ti manca,
Riggiu janca, Riggiu nira, non si lava e non si stira,
Riggiu nira, Riggiu russa, e ristamu cu’ tri trussa,
Riggiu tinta d’amarantu non si pigghia mai di schiantu.

Riggiu è ’na città fatata cu’ tri pulici ’nta panza:
unu balla e l’autru sata, ’u terzu fa testimonianza.
Riggiu nira, Riggiu janca, lu mangiari chi ti manca,
Riggiu janca, Riggiu nira, non si lava e non si stira,
Riggiu nira, Riggiu russa, e ristamu cu’ tri trussa,
Riggiu tinta d’amarantu non si pigghia mai di schiantu.

Chi nasce nudo e chi con la camicia,
Reggio non dimenticarti di com’eri bella.
Se ti fai pecora il lupo ti mangia
prima o poi questo vento cambia.

Se ti fai pecora il lupo ti mangia
prima o poi questo vento cambia.
Ma devi cambiarlo tu il tuo destino:
l’acqua passata non fa girare il mulino.

Reggio è una città fatata con tre pulci nella pancia:
una balla, una salta, la terza sta a guardare.
Reggio nera, Reggio bianca, il cibo che ti manca,
Reggio bianca, Reggio nera, non si lava e non si stira,
Reggio nera, Reggio rossa e restiamo con tre torsoli
Reggio colorata di amaranto non si spaventa mai.

Reggio nera, Reggio bianca, il cibo che ti manca,
Reggio bianca, Reggio nera, non si lava e non si stira,
Reggio nera, Reggio rossa e restiamo con tre torsoli
Reggio colorata di amaranto non si spaventa mai.

Reggio è una città fatata con tre pulci nella pancia:
una balla, una salta, la terza sta a guardare.
Reggio nera, Reggio bianca, il cibo che ti manca,
Reggio bianca, Reggio nera, non si lava e non si stira,
Reggio nera, Reggio rossa e restiamo con tre torsoli
Reggio colorata di amaranto non si spaventa mai.

Condividi!

Leave a Reply

Your email address will not be published.